Music and News

Lunedi 3 Febbraio 2013

Lunedi 3 Febbraio 2013

Cyndi Lauper si appresta a festeggiare i trent’anni del suo primo album, “She’s so unusual”. Il compleanno, a dire il vero, sarebbe già passato in quanto “she’s so unusual” uscì nel febbraio 1983; evidentemente dev’esserci stato qualche problema di tempistica. L’LP conteneva la celebre “Girls just want to have fun” e si arrampicò fino al quarto posto della classifica USA. La riedizione del lavoro sarebbe naturalmente risultata poco appetibile se non fosse stata aggiunta qualche chicca, ed infatti a “She’s so unusual: a 30th anniversary celebration” – questo il titolo del lavoro – sono stati aggiunti demo rari, dei brani live e qualche remix eseguito da nomi cool del momento come ad esempio gli australiani Nervo. Disponibile non il solo CD ma anche il vinile.

Porta per titolo “Made in London” il nuovo album in studio di Noemi, ideale successore di “Rossonoemi” del 2011: a rivelarlo è stata la stessa cantante romana poco fa tramite un post pubblicato sul suo profilo Twitter ufficiale attraverso il quale ha svelato anche la copertina dell’album. “Made in London” è stato realizzato a Londra, dove Noemi si è da qualche tempo trasferita in cerca di contaminazione e nuovi stimoli artistici, raggiungerà il mercato il prossimo 20 febbraio (in concomitanza con la partecipazione della cantante alla sessantaquattresima edizione del Festival di Sanremo)

Che Prince non fosse esattamente un entusiasta della Rete e delle relative modalità di diffusione musicale non è una novità: già in passato il Purple One aveva tuonato – in persona o per mezzo dei suoi legali – facendo rimuovere le proprie opere dalle principali piattaforme di media sharing.Ci sbagliavamo. Sul mandato dell’artista in persona l’avvocato Rhonda Trotter dello studio legale Kaye Scholar LLP ha depositato presso il tribunale del distretto della California del Nord, in data 16 gennaio 2014, una querela nei confronti di dieci persone ree, di aver diffuso senza autorizzazione sue composizioni (o materiale audio-visivo riconducibile a lui) senza autorizzazione, e quindi violando il diritto d’autore.

E’ di meno di un mese fa la notizia che la cittadina di Hoquiam (nello stato di Washington) ha indetto per il 10 aprile 2014 il “Nirvana day”… ed evidentemente la cosa ha fatto scattare una sorta di meccanismo di competizione, tanto che in tutta risposta Aberdeen (la città natale di Kurt Cobain) ha appena indetto, per il prossimo 20 febbraio, addirittura il “Kurt Cobain day”.

gli U2 faranno ascoltare per la prima volta la loro nuova canzone, “Invisible”, durante il Super Bowl, incontro sportivo seguitissimo negli USA. La diffusione avverrà attraverso uno spot di (RED) con la Bank of America.

6Ke$ha, entrata in clinica nei primissimi giorni di questo mese, ha voluto mettersi in contatto con i suoi sostenitori. Il messaggio, inoltrato via Twitter ai suoi tre milioni e mezzo di followers, è rassicurante. “Ciao, sono Ke$ha qui dal trattamento. Volevo solo dire che questo è un lavoro necessario e duro. Vi sono grata per il vostro affetto e il vostro appoggio”, ha scritto la cantante che era stata ammessa in rehab lo scorso 3 gennaio e dovrebbe teoricamente uscirne il 3 febbraio.

La HBO potrebbe avere per le mani un progetto davvero interessante, nato dal sodalizio di artisti di fama internazionale: secondo quanto riportato dal sito Deadline infatti, l’emittente televisiva statunitense starebbe per dar vita a una serie incentrata sul mondo della musica elettronica nata dalla penna di “Trainspotting” Irvine Welsh coadiuvata dalla mano dj Calvin Harris.Co-produttori della commedia battezzata “Higher” sarebbero poi Will Smith e Jay-Z, che tornerebbero al lavoro insieme dopo il remake di “Annie” prodotto dallo stesso Smith, per il quale rapper di New York fu scelto come direttore musicale.

L’etichetta britannica Easy Action, specializzata nella pubblicazione di registrazioni rare, spedirà sul mercato un disco dal vivo nel quale sono contenuti tre brani mai ascoltati eseguiti da Syd Barrett con la Last Minute Put Together Boogie Band, gruppo assemblato dall’ex Pink Fairies e Pretty Things – nonché cantante e batterista – Twink, poi sfociato negli Stars, supergruppo dalla vita molto breve nella quale per poche settimane, nel febbraio del ’72, militarono gli stessi Barrett, Twink e Jack Monck.

Rosa

Febbraio 3rd, 2014

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *