Music and News

Mercoledi 12 Marzo 2014

Mercoledi 12 Marzo 2014

I Pet Shop Boys hanno realizzato una nuova canzone utilizzando un discorso in difesa dei diritti dei gay pronunciato lo scorso febbraio da Panti Bliss (vero nome Rory O’Neill), una drag queen irlandese, all’Abbay Theatre di Dublino. Nel suo discorso, la drag queen condannava l’omofobia: dopo averlo tenuto ha ricevuto messaggi di supporto, fra gli altri, da Stephen Fray e da Madonna.

E’ affiorato in Rete solo per poche ore un estratto da “Slave to the rhythm”, uno dei brani inediti registrati da Michael Jackson prima della sua scomparsa e attualmente nelle mani del super produttore Timbaland in vista di una futura pubblicazione: un frammento di poco più di un minuto della canzone, che non ha alcun legame col singolo omonimo pubblicato da Grace Jones nel 1985.

CITAZIONE SPONSOR (ANA TIJOUX 1977)

Non cessano di rincorrersi le voci sulla branca europea del tour dei Rolling Stones, attualmente impegnati tra estremo oriente e oceania con la stringa di concerti “14 on fire” tour: il fan site It’s Only Rock’n Roll – facendosi collettore delle voci circolanti nei vari paesi – riferisce di una serie di eventi che dovrebbe prendere il via allo Stade de France di Parigi in un giorno non specificato del prossimo mese di giugno, per poi proseguire alla volta del festival Pinkpop di Landgraaf, in Olanda, il 5 giugno, del Ramat Gan Stadium di Tel Aviv il 10, dello stadio Vicente Calderon di Madrid il 25 e di Werchter, in Belgio, il 28. Dopo – secondo quando ipotizzato dal sito – una sosta a Roma al Rock in Roma il 5 luglio, Mick Jagger e soci dovrebbero poi toccare – sempre tra giugno e luglio, ma in giorni al momento ancora non ipotizzati – Vienna, Dublino, Amburgo, Monaco, Colonia, Berlino e Oslo.

Non ci sono per ora comunicati ufficiali, ma ormai basta un tweet o una foto su Instagram per lanciare una notizia bomba. Così è stato per Madonna che,  ha pubblicato sul suo account di Instagram una sua foto con un commento molto eloquente: “Sto andando in studio per lavorare con Avicii!”.
Avicii, vero nome Tim Bergling, è un DJ svedese che nel 2013 ha raggiunto la quarta posizione della Billboard Hot 100 con il brano “Wake me up”.

Si terrà allo Zelig di Viale Monza 140, a Milano, storico tempio del cabaret meneghino, la rassegna dedicata alla canzone d’autore “Ci vuole orecchio”, condotta da Gioele Dix e organizzata in tre serate programmate rispettivamente per i prossimi 24 e 31 marzo e 7 aprile: ogni episodito sarà dedicato a una città – nell’ordine: Milano, Genova e Bologna – che verrà raccontata attraverso le canzoni dei grani nomi delle canzone italiana per l’occasione interpretate dai numerosi ospiti – musicali e non – previsti in scaletta. Tra gli altri artisti attesi  Roberto Vecchioni, Ricky Gianco, Fabio Concato e Mauro Ermanno Giovanardi per la serata dedicata a Milano, Francesco Baccini e Zibba per quella dedicata a Genova e Luca CarboniRon e Angela Baraldi per quella dedicata a Bologna.

Bryan Ferry è riuscito a sposarsi senza farlo sapere a nessuno, lontano dagli zoom dei paparazzi, completamente indisturbato. (…) Ferry, 66 anni, da quanto si apprende ha detto “sì” alla fidanzata, Amanda Sheppard di 29 anni, lo scorso 4 gennaio.  Sono trascorsi poco più di due anni. E, come era giunta improvvisa la notizia delle nozze, arriva inaspettata (o quasi: qualche voce c’era stata nello scorso agosto) quella del divorzio. Tra i quotidiani britannici a divulgare il fatto, il “Daily Express”. Il giornale informa che l’annullamento del matrimonio del cantante e della dirigente di PR è stato accordato.L'”Express” sottolinea la non indifferente differenza d’età tra gli ex coniugi, ben 38 anni tra la bella e trentenne Amanda e il 68enne vocalist, e il fatto che lei abbia lasciato il tetto coniugale londinese in quanto stufa di quello che è stato definito “il comportamento infantile di Ferry”. La Royal Court of Justice ha impiegato circa 60 secondi per dichiarare concluso il matrimonio. Nessuno dei due era in aula.

Luciano Ligabue è stato il protagonista di una lunga intervista pubblicata dal quotidiano Corriere della Sera nell’edizione di oggi, sabato 8 marzo. Il dialogo tra il rocker di Correggio e il giornalista Pasquale Elia è stato l’occasione per annunciare una nuova iniziativa. Ligabue, infatti, vestirà i panni del DJ per cinque appuntamenti che verranno trasmessi in streaming sul sito Ligachannel e in radio da  RTL.
“Sono partito da una considerazione di base: la musica in Internet viene ascoltata in modo frettoloso. E allora mi è scattata la voglia di recuperare lo spirito di un tempo, quando ci si metteva con calma a sentire i brani che passavano in radio”, ha raccontato Luciano che ha anche spiegato quali epoche musicali andrà a toccare durante la sua trasmissione. “Soprattutto quelli degli anni che finiscono per 7, in particolare il ‘67 e il ‘77, stagioni in cui circolava grandissima musica. Comunque non mi porrò limiti, anche se in generale girerò intorno al periodo che va dagli anni Sessanta ai Novanta”.

Rosa

Marzo 12th, 2014

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *